martedì 8 novembre 2011

Nonsolobrontolo

Nel mezzo del "ponte dei morti" ho beccato su La7D la replica della trasmissione di Benedetta Parodi. Già me n'ero regalato un assaggio qualche settimana fa, ne avevo accennato da queste parti, ma di fronte al programma nel suo complesso ho provato un senso di ribrezzo.

È così agghiacciante? No. Ed è proprio da ciò che nasce il mio disagio.

A me la tv dei fornelli fa cagare, ad ogni livello, ma mi tocca essere onesto e ufficializzare la promozione da "cancro della società" a "programma che non guarderei se non dietro modesto compenso economico".

Le ragioni di tale rating review? Innanzitutto, non è più dentro un telegiornale. Hahaha, ho definito Studio Aperto un telegiornale. Sta di fatto che in mezzo a una serie di presunte notizie, una ricetta non c'azzecca un cazzo. Punto numero due, i piatti vengono illustrati per esteso, non ci sono più quelle spiegazioni sommarie che ti vogliono far credere di poter preparare un piatto importante nel tempo di un pane e prosciutto. Quando in realtà erano piatti poco più che banali e richiedevano più dei trenta secondi millantato. Terzo, non si ficca più quel maledetto dito in bocca. Mi sembra ce ne sia a sufficienza.

1 commento:

  1. BulletProofTrip11 novembre 2011 02:20

    e adesso non hai niente da dire, eh?

    RispondiElimina