martedì 12 aprile 2011

Bevi irresponsabilmente

Gli organizzatori del festival estivo più grosso e male assortito d'Italia avevano fin qui dimostrato, nel corso degli anni, di essere in grado di raggruppare per genere e affinità gli artisti che si sono via via esibiti a Imola prima e a Mestre poi, con qualche piccola eccezione (non ricordiamo cosa successe nell'edizione del '98 che mi viene una gastrite).
Quest'anno però l'hanno fatta grossa, la line-up è incasinata come un pastone per i maiali. Non la voglio linkare, ve la cercate a vostro rischio e pericolo, non ne parlerei nemmeno, non fosse per una domanda che mi attanaglia da quando hanno comunicato gli headliner.
Chi farà da spalla il secondo giorno ai Negramaro? Ecco pronta la risposta: Fabri Fibra (e ci sta), Verdena (e qui avrei qualcosa da ridire, ma cifre alla mano posso farmela andar bene), Elbow e... Interpol.
Gli Interpol che aprono i Negramaro. Sto leggendo il vostro labiale. "Mavaffanculo". No, tutto vero, dopo la line-up bufala dell'altra settimana, questi nomi sono ufficiali.
Adesso ditelo ai vostri amici americani, francesi, inglesi, tedeschi, belgi, cingalesi. Avranno un altro buon motivo per prendere per il culo l'Italia, oltre a Berlusconi.

5 commenti:

  1. siamo un Paese in cui si definiscono i TRL awards una roba tipo "evento musicale dell'anno" invece di dire che è una cacata pazzesca.

    RispondiElimina
  2. BulletProofTrip12 aprile 2011 01:59

    tu pensa che risate che si fanno a Glastonbury, che là i Negramaro li mettono a strappare i biglietti. se avanza qualche posto.

    RispondiElimina
  3. Il prossimo anno chiamano gli Arcade Fire a fare da gruppo spalla ai Modà con Emma?

    RispondiElimina
  4. Eh già...se penso all'anno scorso...come siamo caduti in basso!

    RispondiElimina
  5. BulletProofTrip13 aprile 2011 23:03

    Il trucco è andare a vedere il concerto serio e poi uscire prima degli altri, così non trovi casino e arrivi pure a casa per cena.
    Il problema di quest'anno è che hanno sparso le ciofeche su tutte le giornate...

    RispondiElimina