giovedì 28 aprile 2011

Bipolarismo de noantri

L'idea che il popolo è sovrano non mi ha mai convinto. Credo troppo nel valore della politica (lo so, è difficile di questi tempi, ma stento a definire politica quella che stiamo subendo da ormai troppi anni) per cedere alla retorica populista che vuole la volontà popolare come unica fonte d'ispirazione. Gli elettori delegano a qualcuno che si presume sia competente e lungimirante il compito di prendere decisioni troppo grandi e troppo complesse per essere sottoposte a plebiscito. Ci sono decisioni impopolari che vanno necessariamente prese per il bene di tutti, e per le quali un giorno saremo in condizione di ringraziare.
Mi lascia però di stucco che quegli stessi individui che usano questo postulato che l'opinione pubblica va sempre rispettata come scudo universale ad un certo punto affermino senza vergogna alcuna che la gente, la stessa gente che "mi ama e mi vuole", sia incapace di prendere decisioni in modo sereno, e che quindi lo strumento più puramente democratico che abbiamo a disposizione, vale a dire il referendum, debba essere scavalcato con magheggi indegni senza avere nemmeno il pudore di insabbiare la cosa.
Deciditi, cazzo.

11 commenti:

  1. Beh, no.
    No, semplicemente perchè c'è una logica elementare dietro tutto questo dire tutto e il contrario di tutto.
    E si chiama sopravvivenza.
    La sua, ovviamente, mica la tua.
    Poi c'è anche la vecchiaia, l'arteriosclerosi, l'ignoranza e la prepotenza, ma questa è un'altra storia.
    Perchè ci si aspetta coerenza da chi non l'ha mai neanche timidamente contemplata?
    Il problema dell'Italia non è Berlusconi o il Pdl o Bersani o il Trota con la faccia da Tonno Rio MAre.
    Il problema è chi vota ognuno di loro.
    Non si fa resistenza civile in questo fottuto paese, noi ci affezioniamo alle parti come ai cani di casa, come alle tifoserie da curva da stadio. 
    Se scegliamo una parte la scegliamo per sempre, come i diamanti, ci affami o meno.

    Chi dice che il popolo è sovrano mente.
    Il nostro stato è uno stato di diritto questo significa che l'unica cosa sovrana è la legge.
    Se no ci ritroviamo Hitler fuori casa, che la gente ha sempre scelto Barabba a Gesù Cristo.
    La folla è sempre crudele.
    A parte che fosse per me io farei un esame per votare.
    Cultura generale e storia.
    Se lo passi voti, se no stai a casa col Giornale.
    La democrazia si esercita non si subisce.
    Deve essere consapevole o è solo servile.
    Solo che costa fatica.

    Ti pare che il mio voto debba contare come quello di Scilipoti?

    ; )

    RispondiElimina
  2. BulletProofTrip28 aprile 2011 12:07

    Il problema sta a monte come dici tu, infatti. Non dovremmo permettere ad un soggetto che manifesta un'incoerenza di questo calibro di essere la guida politica del nostro Paese, e questo va al di là del colore e dello schieramento.
    Io ad uno che racconta palle del genere non farei nemmeno tagliare l'erba del mio giardino.

    RispondiElimina

  3. ho deciso
    non commenterò mai nulla che sà vagamente di politica

    (votazerovotazerovotazero!)

    RispondiElimina
  4. BulletProofTrip28 aprile 2011 13:31

    il tuo commento è un ossimoro...

    RispondiElimina
  5. quale commento?
















    è che i bipolari hanno tutto un loro fascino..

    RispondiElimina
  6. BulletProofTrip28 aprile 2011 15:15

    Il commento in cui dici che non avresti commentato un post che parlava di politica. Trattandosi di un commento ad un post che parlava di politica, è una palese contraddizione.

    RispondiElimina
  7. come dissero i pinguini di madascar...

    "voi non avete visto nulla"

    RispondiElimina
  8. mi sono persa un GA

    RispondiElimina
  9. BulletProofTrip29 aprile 2011 21:38

    No, è Zero come Coca Cola Zero, spiacente di deludere le aspettative... eheh.
    Posso inserirlo nella frase a piacimento quel "ga"?

    RispondiElimina
  10. BulletProofTrip29 aprile 2011 21:47

    mi piace "madascarGA".

    RispondiElimina
  11. ma si, se ti piace la creatività fai pure, fai come se fossi a casa tua..

    RispondiElimina