martedì 3 maggio 2011

Onta su Onta

Se potessi, e se ne avessi la necessaria forza di volontà, metterei le ganasce alla mia auto dal lunedì al venerdì -orario ufficio-. Il traffico feriale mi snerva, non ce n'è di cazzi.
Per fortuna che arriva poi il fine settimana, e muoversi in auto diventa quasi un piacere. Quando capita di prendere l'autostrada, la quasi totale assenza di mezzi pesanti rende la guida fluida e rilassante.
Ma io devo sempre trovare un nemico da maledire, E l'automobilista medio si presta benissimo a questo gioco. Quantomeno fino a quando non capisce che stare nella corsia di destra non è un disonore.
Sono ampiamente convinto, e sarei pronto anche a dimostrarlo, che ci si può piazzare nella prima parte della carreggiata ai 130 kmh costanti senza mai spostarsi, tranne che per sorpassare i soliti irriducibili camperisti del weekend. E invece no, c'è sempre il TestaDiMinchia che si deve piazzare nella corsia centrale massimo ai 105 all'ora, quando se ruotasse la testolina di poco verso la sua destra scoprirebbe che di là c'è il deserto, e potrebbe benissimo piazzarvisi senza rompere i coglioni a chi vorrebbe tenere una velocità adeguata ai limiti imposti dalla legge. La tentazione di infilarli fuori a destra, uno dopo l'altro, giusto per far loro capire che sono comunque dei falliti è forte. Ma è uno sbeffeggiamento che va riservato agli ancor-più-idioti che mantengono la stessa usanza nei tratti a quattro corsie, piazzandosi in terza noncuranti di avere letteralmente mezza autostrada vuota a disposizione, roba che volendo potresti scendere dall'auto e spingerla a mano.
Non è un disonore stare nelle corsie riservate ai veicoli più lenti. Anche io mi ci metto, al volante della mia carretta del mare, così i berlinoni tedeschi possono sfrecciare a loro piacimento senza sfanalarmi nel culo perché sono di intralcio. Nessuno vi guarderà con disprezzo, e state sicuri che vi risparmiate un buon numero di maledizioni. Che poi vi tocca fermarvi al primo Autogrill con il radiatore fumante, e non vi spiegate il perché.

3 commenti:

  1. Io, da quando ho ripreso l'auto, ho rispolverato il libricini d'insulti.
    Utilissimo, davvero...

    E' proprio vero.. il traffico snerva..
    ..ma non solo in autostrada.

    Stamattina ho abbassato il finestrino e ho iniziato ad urlare a squarciagola: "GUARDATELO! rallenta al dosso!! MA SE HAI UN MALEDETTISSIMO SUV!"

    ..che dire.. poteva andare peggio..!

    RispondiElimina
  2. BulletProofTrip3 maggio 2011 09:38

    Ti dirò, normalmente cerco di mantenere lo spirito zen, e mi riesce anche abbastanza bene. Ma questi dementi in autostrada riescono a farmi tirar fuori il peggio...

    RispondiElimina
  3. BulletProofTrip3 maggio 2011 15:18

    È tutto merito del senso civico che mi pervade. Ne sono talmente invasato che punirei in modo esemplare chi non ne ha a sufficienza. Grazie della stima, comunque.

    RispondiElimina