lunedì 15 ottobre 2012

Sarebbe stato più divertente dire "Stocazzo"

Ho finalmente capito chi mi è entrato in casa mentre ero nel Missouri.
È stata la Polizia Municipale.
Perché dopo aver presentato la domanda per il cambio di residenza, e dopo aver ricevuto comunicazione che tale domanda era stata elaborata, oggi mi è arrivata la conferma, o meglio, la "Comunicazione di accoglimento dell'istanza". Che recita così:
"Con riferimento al procedimento anagrafico in oggetto, si comunica che questo ufficio ha riscontrato le dichiarazioni da Lei rese ai sensi degli artt. 13 del DPR 223/1989 e 5 del DL 5 del 9 febbraio 2012 n. 5 accertando la dimora abituale al nuovo indirizzo da Lei denunciato."

Dicono che solitamente viene il vigile a suonarti a casa, per vedere se effettivamente ci risiedi. A me non ha suonato nessuno. Ok, il campanello fa quel cazzo che gli pare, ma non mi hanno lasciato nessun messaggio. Nessuno mi ha riportato nulla per conto loro. Nessuno mi ha telefonato per dirmi di farmi trovare a casa alla talora. Eppure hanno accertato. In contumacia. Sono stati loro. Potevano almeno lasciarmi un biglietto per dirmelo. O una contravvenzione sul parabrezza dell'auto, come firma del delitto.

N.B. Il titolo arriva da qui

6 commenti:

  1. Volevano assicurarsi che non stessi troppo bene nella nuova residenza.
    E poi, non essendo tu presente, dovevano verificare la veridicità della tua parola con prove di dna raccolte proprio all'interno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono spariti dei mozziconi dal posacenere. Ecco spiegato il tutto.

      Elimina
    2. Preziosissimi i mozziconi

      Elimina
    3. A saperlo prima li lasciavo sul tavolo in bella mostra.

      Elimina
  2. prima di rimettermi a studiare sono indecisa se andare a rivedermi Stanis/Fini o il filmato antologico dei DaiDaiDai di Renatone.

    gattaliquirizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto se inizi non finisci più, i video di Boris su youtube sono molto più che virali.

      Elimina