mercoledì 30 marzo 2011

Decagono irregolare

La rete aspetta con impazienza i miei two cents sul nuovo disco degli Strokes, Angles.
La stessa impazienza con cui io aspetto che mi arrivino a casa l'LP e la maglietta, perché ormai fa caldo e potrei anche iniziare ad indossarla.
A me non dispiace affatto. Non è un capolavoro, non è un album storico, forse non arriva sul podio dei tre migliori dischi degli Strokes (per chi non lo sapesse, con questo ne hanno pubblicati 4), ma non è una merda.
I detrattori, e gli indie-di-merda, che spesso coincidono (alla faccia di chi sostiene che io incarni queste brutte cose), affermano che fa schifo quanto First Impressions of Earth. Che per me è un grande album, quindi non si può ragionare con questi qua.
Non ha un filo logico questo disco, le canzoni (dieci, mica sessantanove come in quel gran disco dei Magnetic Fields) sono slegate tra di loro, si può dire di generi diversi, non si capisce bene dove vogliano andare a parare e forse perché non vogliono effettivamente andare a parare da nessuna parte. Ma è gradevole e leggero, e contiene sempre una canzone adatta al momento.
Per quanto riguarda la canzone adatta a tutti i momenti, io ho individuato questa

4 commenti:

  1. youdontlikeme2 aprile 2011 21:12

    come tu ben sai io non sono affatto indie (forse un po' di merda si, ma indie no) ma first impressions of earth fa cagare.
    quello nuovo ce l'ho ma devo ancora sentirlo. ti farò sapere, dear.

    RispondiElimina
  2. BulletProofTrip2 aprile 2011 21:29

    Puoi risparmiarti il primo ascolto, per quel che ti conosco.

    RispondiElimina
  3. assolutamente d'accordo con la You, tanto x cambiare...con la differenza che io, l'album nuovo non ce l'ho...
    e con tutto il rispetto per chi può fare della musica la propria professione, l'unica cosa che davvero mi esalta degli Strokes è senza dubbio Fabrizio Moretti.
    Perdona la leggerezza, caro Bullet

    RispondiElimina
  4. BulletProofTrip4 aprile 2011 20:00

    Io pezzi come "Electricityscape" e "Heart in a cage" li considero senza dubbio tra i migliori degli Strokes. Poi per carità, le opinioni personali, se non preconcettuali, vanno sempre rispettate.
    Quindi ti salvi anche stavolta dalla scomunica.

    RispondiElimina