martedì 15 marzo 2011

Red Hand of Ulster

Chi mi conosce bene (per sua immensa sfortuna) è al corrente delle tre mie fissazioni, che spesso si rincorrono e si incrociano in modo perverso: geografia, politica e musica.
In seguito a quanto affermavo riguardo l'espansione musicale di un paese relativamente piccolo come la Scozia, oggi (ascoltando gli Stiff Little Fingers, gentilmente segnalatimi da Jack Black in "Alta fedeltà") ho provato ad applicare lo stesso concetto sull'Irlanda del Nord. Ed il risultato è stato stupefacente.
Un paese di poco più di un milione e settecentomila abitanti (qualcosina in più della Sardegna, per fare una proporzione) è in grado di produrre una quantità considerevole di gruppi rock degni di tale qualifica. E non venite a dirmi che in Sardegna hanno i Tazenda.
Per il momento, ricordiamone giusto un paio in un colpo solo: Teenage Kicks degli Undertones in una cover degli Snow Patrol, appositamente incisa e trasmessa ai funerali di John Peel (non sto a raccontarvi tutta la storia, con la quale ho già ammorbato un numero sufficiente di persone).

4 commenti:

  1. quante volte hai già postato questa canzone?

    RispondiElimina
  2. BulletProofTrip15 marzo 2011 15:59

    dipende, in questa versione credo mai, ho sicuramente postato l'originale e forse (ma dubito) la cover dei Raconteurs. ma non è mai abbastanza.

    RispondiElimina
  3. ricordo ancora con profonda tristezza quando mi hai stracciato al Milionario in dvd.

    RispondiElimina
  4. BulletProofTrip15 marzo 2011 17:33

    Ora non ne sarei più in grado. Penserei a Gerry Scotti e mi uscirebbero una serie di bolle rosse sulle braccia.

    RispondiElimina