lunedì 2 gennaio 2012

With a little help from my Facebook Friends

Non è necessario che chieda alle persone come hanno passato il Capodanno. Sono stato un paio di ore su Facebook il pomeriggio dell'1 ed ho immagazzinato una quantità tale di informazioni da poter fare un resoconto dettagliato del veglione di tutti i miei contatti.
Sto solo aspettando le foto della MIA festa per imparare i nomi delle persone presenti. Per quanto mi riguarda, potete chiamarmi Paul (o Faul, a piacimento).

6 commenti:

  1. IDEM. C'è stata una vera gara al più sbronzo. O anche stronzo.

    RispondiElimina
  2. Lo ben so. Sono praticamente l'unico con la coscienza pulita. Primo goccio di alcol toccato col brindisi a mezzanotte e due. Prima birra verso le due. Prima sigaretta dopo le tre. Spero ci siano evidenze fotografiche a documentare e spiegare il tutto.

    RispondiElimina
  3. meglio che non mi pronunci su Facebook, altrimenti potrei dire qualcosa del tipo apocalittica ottuagenaria

    gattaliquirizia

    RispondiElimina
  4. Facebook non è brutto, è la gente che l'ha rovinato. La gente è brutta.

    RispondiElimina
  5. Faul come Fake/Paul?

    RispondiElimina
  6. Proprio lui, il sosia vivo del bassista notoriamente defunto.

    RispondiElimina