giovedì 6 ottobre 2011

Opportunità dispari

Perché in tutta questa baraonda è morto pure Guido Pancaldi, e non se l'è filato quasi nessuno.
E venite a dirmi che "Giochi Senza Frontiere" non era un programma rivoluzionario e non vi ha cambiato la vita.
Che se l'Unione Europea avesse la metà dello spirito di JSF (e sono quasi coetanee), si starebbe una favola.

9 commenti:

  1. Non bisogna sempre necessariamente essere fuori dal coro. Non basta riconoscersi in un gregge, per essere pecora.


    R40

    RispondiElimina
  2. BulletProofTrip7 ottobre 2011 09:50

    Assolutamente, mi mette però ansia lo sciacallaggio di chi da vivo non ti fila e da morto ti dipinge come un eroe. Mette un po' in ombra chi davvero ci crede.

    RispondiElimina
  3. Nel caso ci fossero ancora L'Italia potrebbe recuperare vincendo il "fil rouge"

    RispondiElimina
  4. BulletProofTrip7 ottobre 2011 11:28

    L'Italia per partecipare dovrebbe versare la quota d'iscrizione in anticipo. Mica si fidano.

    RispondiElimina
  5. Giochi senza frontiere, che mi hai ricordato.

    Da piccola lo guardavo sempre. E mi ero pure innamorata del conduttore/rappresentante del Portogallo, tale Elano mi pare. Brutta cosa i traumi infantili

    shadysun

    RispondiElimina
  6. Sì ma non hai nominato l'eurovision.

    RispondiElimina
  7. BulletProofTrip7 ottobre 2011 15:12

    Io ero innamorato di Ettore Andenna. E degli inabili di San Marino.
    L'Eurovisione. Quanto ci manca quella sigla (o forse la trasmettono ancora, sono io che non guardo più la tv).

    RispondiElimina
  8. c'era anche milly carlucci da giovane eh?!

    RispondiElimina
  9. BulletProofTrip7 ottobre 2011 19:11

    Milly Carlucci non è mai stata giovane, casomai diversamente anziana. E comunque era intoccabile, se l'è sempre fatta Fabrizio Frizzi.

    RispondiElimina