giovedì 3 febbraio 2011

Black ribbon

Poteva sciogliersi il ghiacciaio dell'Adamello. O un pezzo di Groenlandia.
No, si sono sciolti gli White Stripes. E non me ne frega nulla del perché, sono le solite fregnacce da fine di una storia. Per il bene dell'altro, perché il progetto comune non aveva più futuro, per i figli/fans che ci ricorderanno sempre felici. Cazzate. Vi siete sciolti perché non ci volete bene. Noi che vi abbiamo difeso sempre a spada, che abbiamo imprecato con tutti quelli che chiamavano "popopopopopopo" quella vostra canzone, che abbiamo insultato (con sommo piacere) il tizio delle suonerie per lo stesso motivo, che abbiamo rischiato l'epilessia guardando e riguardando i vostri video in tinte rosse e nere e bianche.
Diteci che era un Bazinga. Bioparco.

4 commenti:

  1. CaraCatastrofe4 febbraio 2011 01:50

    Due minuti di silenzio per i White Stripes.

    [No, non è un bazinga, purtroppo.]

    RispondiElimina
  2. BulletProofTrip4 febbraio 2011 17:53

    Io ci spero sempre, si sono rimessi insieme pure i Blur ed i Libertines (anche se nessuno degli stronzi ha pensato bene di fare un giro in Italia)

    RispondiElimina
  3. Una delle poche band che sono riuscita a vedere live prima dell'inevitabile. Insomma, mica sono tutti come i Rolling Stones.

    RispondiElimina
  4. BulletProofTrip6 febbraio 2011 14:01

    In fondo si sono mica sciolti pure i Pooh? Facciamocene una ragione (sto iniziando a ragionare...)

    RispondiElimina