domenica 22 luglio 2012

Niagara Falls

Fare la lavatrice immediatamente dopo pranzo sperando che si, c'è coperto ma comunque un po' di caldino farebbe comodo per asciugare tutto (in particolar modo le lenzuola, che stendere lenzuola matrimoniali su un normalissimo stendibiancheria non è una questione banale) prima delle sette di sera quando dovrai uscire.
Tendere l'orecchio per cogliere il momento esatto in cui la centrifuga viene sedata, e il cestello sarà pronto per essere svuotato.
Distribuire le maglie con raziocinio per far prendere loro più aria possibile e raggiungere il risultato sperato.
Cinque minuti dopo aver steso, va mica ad iniziare il nubifragio più intenso fin qui verificatosi quest'estate?
Se proprio dobbiamo mantenere questa ridicola nuova abitudine di attribuire un nome a perturbazioni e anticicloni, questa sarebbe da chiamare Murphy.

6 commenti:

  1. c'è di peggio, tipo pezzi di porte rotti dalla grandine o un'intero orto distrutto. Ieri sera da me è stato il finimondo, mai vista una cosa così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui ha fatto giusto qualche sassolino di dimensioni impercettibili. Perché avevo l'auto in garage, altrimenti cadevano le noci di cocco, figuriamoci.

      Elimina
  2. Si potrebbe anche chiamare Sphiga! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va a finire che qualcuno prende appunti, eh...

      Elimina
  3. Se Ferro l'estate i panni stende,
    è sicuro che poi la pioggia scende.

    Piaciuta l'assonanza???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è affatto male.

      E comunque sono ancora umidi, mi tocca raccoglierli domattina.

      Elimina